Dal bouquet alla boutonniére

Fiore dopo fiore arriva la primavera

…e preparativo dopo preparativo arriva il matrimonio! Qualsiasi sia il tema, lo stile, il rito, la location e il numero degli invitati delle vostre nozze non potrete, in nessun caso, fare a meno dei fiori .

Tradizione vuole che ogni fiore sia segno d’amore e lo sarà – soprattutto – nell’accompagnarvi, passo dopo passo, nel percorso più importante della vostra vita.

Tra le tante e vastissime novità provenienti dal mondo del wedding, i professionisti del floral design si sono sbizzarriti nel riservarci originali e innovative opzioni in materia di fiori, sia per quanto riguarda l’allestimento della sala sia come vero e proprio dettaglio moda.

Che siano rotondi, imperiali o a buffet, i tavoli della location destinati ad accogliere i vostri ospiti dovranno essere allestiti con centrotavola floreali che rispecchieranno il tema del vostro matrimonio. Raggruppati in vasi di svariato genere, minimalisti, in stile industriale o country chic, i fiori della vostra composizione risalteranno ancor di più agli occhi se corredati da candele, trasparenze, luci led, nastri, merletti e inserti di cristallo.

Di grande tendenza rimangono le composizioni sospese: basteranno dei semplici fiori di campo in delle bottiglie o rose ed eucalipto in dei barattoli per rendere sognante, magico e fiabesco il momento del banchetto nuziale o lo scambio delle promesse.

I corsage al polso, al braccio o alla caviglia per spose e damigelle continuano a rimanere tra i primi posti nella classifica 2020 dei dettagli floreali da indossare ma, perché accontentarsi di un bracciale quando possiamo far realizzare bucoliche collane e romanticissimi anelli floreali? Allo stesso modo, i fiori freschi possono essere impiegati per delle coroncine o come ferma capelli.

Inoltre, se il matrimonio si svolge in estate, la sposa può sorprendere tutti realizzando un romantico ventaglio con delle delicate applicazioni floreali.

L’hoop bouquet e il bouquet monofiore vengono proposti e consigliati in alternativa al classico bouquet: il primo è ideale per completare il look bohémien della sposa o delle sue damigelle, il secondo – composto da un unico fiore molto grande, sorretto da un lungo gambo – ben si abbina ad abiti importanti o, al contrario, minimalisti.

Vera espressione di bon ton maschile rimane la bottoniera per lo sposo e i suoi testimoni, anche nelle forme più innovative.
Le origini di questo signorile accessorio? La storia ci narra che il principe Alberto di Sassonia-Coburgo, in occasione del suo matrimonio con la regina Vittoria, sfilò un coltello dalla tasca e intagliò una piccola asola sul risvolto della giacca per inserirvi un mazzettino dei fiori della sua sposa. Dopo questo episodio, il principe ordinò al proprio sarto di realizzare un occhiello in tutte le sue giacche al fine di potervi collocare uno o più fiori.

Da quel momento questo accessorio, elegante e raffinato, divenne di uso comune nelle occasioni speciali, specialmente nel giorno del fatidico sì.

Potrebbe piacerti anche
Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© Nozze in Città