UN MATRIMONIO PERFETTO.
 

IO & TU

LA CRAVATTA DICE TUTTO

 

Giuseppe Graffeo: “è indicativo della personalità”  

 

Provate a regalarne una e, se non è un dono di circostanza quello che volete acquistare, vi renderete conto di quanto sia difficile operare la scelta e portare a buon fine l’operazione. Quale colore? e che fantasia? gli piacerà? sarà adatta a lui? Sono i quesiti al vaglio, pressanti nella mente (e a cui non giovano granché i consigli della gentile commessa) alla vista delle varie tipologie, di preziose e variopinte, cravatte. Perché è lei, la cravatta, la protagonista di questa breve dissertazione, arricchita dalle “perle” di sapienza ed esperienza fornite da Giuseppe Graffeo, produttore ad Alcamo, dal 1992, delle “Graffeo Cravatte” e di papillon, plastron, foulards, gilet ed ascot di diverso genere, adattabili ad ogni occasione: l’azienda si trova sulla statale 113 al chilometro 326,100. «Realizziamo vari tipi di cravatte, per fare qualche esempio, dalla convenzionale, di ogni giorno - dice Graffeo - alla patchwork, alla nodo (per intenditori) e a quella sette pieghe. Le più utilizzate sono quelle da cerimonia. Lo sposo sceglie anche secondo la moda del momento, che oggi indica quelle in lurex e in seta. I colori sono in genere il grigio o il nero e i colori consueti. Negli anni non ci sono stati molti cambiamenti di tendenza, nella scelta della cravatta da matrimonio. Allo sposo giovane suggerirei un cravattino trendy magari, con fondo nero. Allo sposo adulto, la cravatta di misura standard 8 e mezzo, regimental o micro fantasia. Sono di moda anche i colori bizzarri ma eleganti e le cromie del viola, l’uva e il glicine. Stiamo parlando comunque, di un accessorio indicativo della personalità di chi lo porta. Il suo uso ha vissuto un periodo di crisi, ma ora si è in netta ripresa e la differenza della richiesta, verte soprattutto sulla scelta delle stoffe, rasi o taffetà, a mutare molto con i tempi, sono le misure. Si sta valorizzando la cravatta in sé e non come componente di abbigliamento e negli ultimi tempi è sempre più spesso oggetto di regalo. Ovvio, che io non posso sottrarmi alla tentazione di guardare in chi ho di fronte, il tipo di cravatta che indossa e da cui traggo informazioni sulla sua persona, se è un amatore del genere o se la porta solo come accessorio dell’abito con cui lavora. Anche il tipo di nodo effettuato dice molto sull’indossatore. Nelle mie cravatte c’è un cartellino che spiega come fare il nodo. Noi forniamo l’intera Sicilia e parte del Nord Italia e abbiamo anche un’azienda collaboratrice in Canada la “Medusa Import-Inc.”, lì la richiesta è diversa da qua e và molto la cravatta sartoriale». La sposa a questo punto è cavata dall’impiccio di decidere quale cravatta indosserà il suo sposo. Questi però sarà bene rammenti, nella sua personale scelta, che comunque sarà la cravatta del “grande giorno” e tuttavia non dovrà rubare la scena al vestito della sposa. 

 

Login Area Personale

 

Cerca sul sito